Non hai idee per scrivere il Titolo? Ecco un trucco infallibile per risvegliare la creatività


Le buone idee scarseggiano per tutti. Pensi che Manzoni non abbia accartocciato i fogli quando era insoddisfatto del titolo di un capitolo? E se avesse scelto i "I fidanzati" come titolo? Eppure c'è un trucco infallibile per liberare la mente e riuscire a scrivere un titolo capace di spingere il visitatore a leggere il tuo contenuto.

Il titolo è una esibizione di copywriting che deve essere degna di una prima alla Scala.
Per me il titolo è un'esibizione di Copywriting che deve essere degna di una prima alla Scala.

Quanto devi faticare prima di trovare il titolo perfetto?


Scriverai un titolo perfetto solo quando riuscirai a coinvolgere l'utente tanto da spingerlo ad andare avanti con l'esplorazione della tua pagina.

C'è un mio un post che spiega come rendere un titolo avvincente ma anche con quelle spiegazioni sott'occhio, senza idee fai fatica a cominciare a scrivere.

Quindi, quanto devi lavorare prima di trovare il titolo perfetto? La risposta è: scrivere almeno 24 bozze.

Prima di pubblicare un titolo prova a scrivere almeno 24 bozze

Devi scrivere così tanti titoli perchè hai bisogno di sbarazzarti delle cattive idee prima di trovare quelle buone.

I titoli sono idee messe su carta - o pagina web - e quando ne pensi tante hai 2 vantaggi:

  • sei costretto a organizzarle
  • stimoli il cervello alla creatività.

I titoli creativi nascono da un processo chimico/fisico a livello cerebrale che si chiama RAS (Reticular Activator System).

Se conosci una persona che ti piace molto comincerai a notare fisionomie simili ovunque, anche se prima non le notavi affatto.

Le fisionomie ci sono sempre state solo che prima non avevi alcun interesse a notarle. Quando il cervello ha memorizzato quella che ti piace, inizia a prestarci attenzione perchè capisce che suscita in te reazioni biochimiche piacevoli.

Per i titoli è la stessa cosa: quando scrivi tante bozze metti in moto il processo RAS che ti farà creare gli ultimi 10 titoli senza fatica, quando nemmeno ci stai pensando. Magari mentre cucini o sei in bagno.

Devi raggruppare in 3 gruppi molte idee

Nel suo libro Think Better: An Innovator’s Guide to Productive Thinking (McGraw Hill 2007), Tim Hurson dimostra perché più titoli sono meglio di pochi. Ed ecco che viene svelato il perchè le bozze dei titoli devono essere proprio 24.

Hurson ha fatto un esperimento con 100 idee messe su carta e ha visto che cadono sempre in 3 gruppi distinti:

  1. Il gruppo1è composto dalle prime 33 idee. Più ovvie, tipiche, banali. Di sicuro meno creative. E’ il gruppo a cui appartengono la maggior parte dei copywriter.
  2. Il gruppo2è composto dalle idee 34-67. Qui le idee cominciano a guadagnare un po’ di originalità anche se permangono gli effetti basati sull'esperienza creativa del gruppo1.
  3. Il gruppo3è composto dalle idee 68-100. Queste idee sono le migliori perchè la testa ormai è svuotata da tutte le banalità possibili.

Questo studio insegna che la ripetizione, il tempo e la costanza sono fondamentali nel processo di generazione di una buona idea. Certo saranno gran poche le persone dedite ad un lavoro così meticoloso.. 100 titoli sono veramente tanti.

Prova allora a scrivere 3 gruppi da 8 titoli ciascuno.

Ecco che vengono fuori le 24 bozze di cui ti ho parlato.

Quale titolo devi scegliere

Bene, sei stato bravo e adesso hai un elenco organizzato di 24 titoli A questo punto, dovrai coraggiosamente cancellare una ventina.

Come fare la cernita te lo suggerisco io:

  • cancella i titoli più banali
  • cancella i titoli che non ti piacciono a pelle
  • cancella i titoli che non sono coerenti con il tuo contenuto
  • cancella i titoli che non sono coerenti con l'emozione predominante del tuo contenuto
  • cancella i titoli privi di parole potenti, incalzanti, stimolanti
  • cancella i titoli senza emozioni

Alla fine deve rimanerne 1 soltanto, il tuo campione. Ma ti è concesso salvarne 2 o 3 a patto di testarne l'efficacia.

Dopo le 24 fatiche di Ercole, la fase di Testing

Perchè limitarti a scegliere il titolo che ti piace di più quando puoi sceglierne 2 e testarli? Ci sono alcuni modi in cui puoi testare il tuo capolavoro:

  • L’ A/B Test è un ottimo modo per testare il tuo lavoro.
  • L’invio di una newsletter con 2 oggetti diversi (i tuoi titoli in competizione) e vedere quale titolo ha il tasso di apertura maggiore.
  • Usare Twitter per twittare i titoli. Quello che ottiene più interazioni vince.

Nelle immagini un esempio di test sui campioni rimasti:

la scelta tra 25 titoli da testare - photo credits to Garret Moon
la scelta tra 25 titoli da testare - photo credits to Garret Moon

Test con newsletter dei titoli precedenti - photo credits to Garret Moon
Test con newsletter dei titoli precedenti - photo credits to Garret Moon

Conclusioni


Mettersi all'opera è il tuo primo passo per creare un titolo ottimizzato, ossia un titolo magnetico che coinvolga il visitatore del tuo sito nella lettura dei contenuti. E poi:

  1. Scrivi 10 titoli.
  2. Fallo di nuovo. Scrivi altri 15 titoli.
  3. Elimina con uno striscio i 15 titoli peggiori.
  4. Evidenzia i 5 migliori titoli rimasti.
  5. Testa.
  6. Usa il titolo e monitora i risultati.

Alla fine andare avanti è necessario, scegli serenamente il tuo titolo ma non dimenticare di monitorare i risultati. Imparerai dal processo. La fase più importante di tutte è fare pratica.

Commenti e Discussioni